Eutanasia in Italia dopo l'ordinanza della Corte costituzionale? Il botta e risposta tra Gambino e Giorgetti

"La legge già c'è. Noi stiamo parlando di una legge che entra in vigore il 24 settembre, è già scritta", ha detto il direttore scientifico di DIMT Alberto Gambino durante il convegno Diritto o condanna a morire per vite inutili?. Il Servizio sanitario verso la "cultura dello scarto" dopo l'ordinanza 2017/18 della Corte costituzionale pro-eutanasia?, svoltosi a Roma l'11 luglio scorso. Il riferimento era all'ordinanza della Corte costituzionale che, in assenza di un intervento legislativo, il prossimo 24 settembre "aprirà" all'eutanasia in Italia.

"Il testo della Corte costituzionale analiticamente descrive i casi in cui si può arrivare al suicidio assistito, attraverso quindi una modifica dell'articolo 580 del Codice penale. Il Parlamento non potrà che adeguare anche la legge sul fine vita - quella del dicembre 2017 - al nuovo testo dell'articolo 580. L'ordinanza entra in vigore il 24 settembre. Davanti a questa situazione soltanto un'altra legge dello Stato può intervenire e bloccare l'entrata in vigore di questa legge".

"La carta costituzionale", prosegue Gambino, ha dentro un principio di solidarietà straordinario, forse il più bello della nostra carta costituzionale. E cioè che quando qualcuno sta male, e magari reclama in un momento di sconforto anche la morte - e lo fa in assoluta libertà -, c'è accanto un altro che con la stessa assoluta libertà cerca di impedire che si arrivi a quel momento estremo. Si confrontano due libertà. E quando una delle due libertà invece diventa un diritto, l'altra libertà - la libertà solidale - muore".

Alle parole di Gambino ha risposto Giancarlo Giorgetti, sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri.

"Questo governo e questa maggioranza", ha spiegato Giorgetti, "non ha un'idea condivisa rispetto al fenomeno dell'eutanasia. Quando è nato il governo, quando è stato fatto il cosiddetto contratto, tutte le materie di carattere etico sono state espunte".

Di seguito, il video completo con i due interventi.