Antitrust, indagine preliminare della Commissione europea sulle raccolte di dati

La Commissione europea ha inviato indagini preliminari per verificare se le pratiche di raccolta di dati di Google e Facebook rispettino le regole della concorrenza così come stabilisce l'Unione europea. Lo ha dichiarato un portavoce della stessa Commissione Ue.

L'Antitrust, diretto da Margrethe Vestager, ha inviato dei "questionari come parte di un'indagine preliminare nelle pratiche di dati di Google e Facebook. Queste indagini riguardano il modo in cui i dati vengono raccolti, usati e monetizzati, incluso per obiettivi pubblicitari. Le indagini preliminari sono in corso", ha concluso il portavoce. Gli intervistati hanno la scadenza del 7 gennaio per inviare le proprie comunicazioni.

Attraverso l’indagine la Commissione europea intende approfondire le implicazioni sulla concorrenza dei giganti della tecnologia che raccolgono enormi quantità di dati. Ovvero in che modo la loro attività potrebbe minare la capacità dei concorrenti di competere equamente o di accedere ai mercati online.

“Utilizziamo i dati per rendere i nostri servizi più utili e per mostrare pubblicità pertinente e offriamo alle persone i controlli per gestire, eliminare o trasferire i propri dati”, ha fatto sapere un portavoce di Google in una nota.

Leggi l'articolo completo su Rai News.