Parte il Fondo Nazionale Innovazione, Francesca Bria presidente

Una nuova e dinamica cabina di regia che dovrà gestire un miliardo di euro per riunire e moltiplicare le risorse pubbliche e private legate all’innovazione. Questo è l’obiettivo del nuovo Cdp Ventur Capital Sgr - Fondo nazionale Innovazione, creato il 21 gennaio da Cassa Depositi e Prestiti. Sarà il perno del piano industriale del trienno 2019-2021 di Cdp con una sfida difficile ma coraggiosa: accelerare la crescita dell’ecosistema del Venture Capital italiano per portarlo al livello dei migliori Paesi europei per dimensione di capitali investiti e la qualità degli operatori coinvolti.

Presidente del rinominato fondo di Ventur Capital di Cdp (formato per il 70% da Cdp Equity e 30% da Invitalia) a cui fa capo il Fondo Nazionale Innovazione, sarà Francesca Bria, attuale responsabile della tecnologia e dell'innovazione digitale per la città di Barcellona. Il consiglio di amministrazione che rimarrà in carica sino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022, ha nominato come amministratore delegato e direttore generale della società Enrico Resmini.

Nei prossimi tre anni il Ventur Capital di Cdp sarà lo strumento operativo di intervento del Fondo Nazionale di Innovazione creato dal governo Conte e investirà in modo diretto o indiretto in minoranze qualificate nel capitale di imprese innovative con Fondi generalisti. Ma supporterà anche start up scale up o piccole e medie imprese innovative. La sfida è difendere l’interesse nazionale e contrastare la costante dispersione dei talenti ma anche degli asset strategici, come le proprietà intelletuali, che spesso sono svendute all’estero.

Continua a leggere su Linkiesta.