DIMT.IT - luiss

  • Master universitario di secondo livello in “Diritto della concorrenza e dell’innovazione”, al via il 20 marzo la terza edizione

    Prenderà avvio il prossimo 20 marzo la terza edizione del Master universitario di secondo livello in “Diritto della concorrenza e dell’innovazione” co-organizzato dall’Università LUISS Guido Carli e dall’Università Europea di Roma. Il Master, che si svolgerà presso l’Università LUISS Guido Carli, a Roma, offre un elevato grado di specializzazione nelle materie della Proprietà Intellettuale ed Industriale, del Diritto della Concorrenza ed Antitrust e del Diritto delle Comunicazioni. Si rivolge ed è particolarmente adatto a neolaureati, giovani professionisti e professionisti, nonché a funzionari, responsabili e dirigenti di imprese che intendono rafforzare le proprie competenze nelle discipline afferenti al mercato ed, in particolare, alla proprietà intellettuale, al diritto della concorrenza e al diritto delle comunicazioni. Il corso ha carattere trasversale ed interdisciplinare, coniugando competenze giuridiche ed economiche. Ha un taglio pratico, soffermandosi sulle evoluzioni sostanziali delle materie oggetto del Master, sugli indirizzi giurisprudenziali più significativi e su alcuni profili di intersection di più stringente attualità tre le diverse discipline trattate. Il Master è suddiviso in tre Moduli didattici: I Modulo: Proprietà intellettuale Nel primo Modulo saranno trattati temi afferenti al Diritto della Proprietà Intellettuale ed Industriale tra i quali i fondamenti del diritto delle invenzioni e dei brevetti, il Know-how e la protezione del segreto industriale, la tutela di diritto d’autore, l’industrial design, la funzione, i requisiti ed il management dei marchi d’impresa, le denominazioni di origine e la tutela del “made in Italy”, i profili di intersezione tra disciplina e diritti di proprietà intellettuale e diritto Antitrust, i rapporti tra Cloud Computing, diritto d’autore e privacy. Il primo Modulo coincide con il “Corso di Perfezionamento in Diritto e Gestione della Proprietà intellettuale, della Concorrenza e delle Comunicazioni”. II Modulo: Antitrust Il secondo Modulo del Master approfondirà temi fondamentali del Diritto Antitrust, tra i quali il potere di mercato ed il Welfare, le fonti e le istituzioni del Diritto Antitrust, la posizione dominante e le fattispecie di abuso, le concentrazioni tra imprese tra regolazione e Antitrust, le intese restrittive della concorrenza, i poteri di enforcement delle Autorità Antitrust, nonché gli orientamenti e le linee di tendenza Antitrust che si stanno delineando nei mercati regolamentati e non- regolamentati europei e nord-americani. III Modulo: Comunicazioni Nel terzo Modulo del Master saranno approfonditi temi inerenti al Diritto delle Comunicazioni, quali, tra l’altro: i profili tecnici, economici e regolatori delle comunicazioni elettroniche e dei media audiovisivi, la disciplina nazionale, europea ed internazionale delle comunicazioni elettroniche e dei media audiovisivi, la disciplina e gestione dei servizi e contenuti digitali, i profili evolutivi dell’ICT 2.0. Direttore: Gustavo Olivieri Condirettore: Gustavo Ghidini Comitato Scientifico: Gustavo Olivieri, Gustavo Ghidini, Angelo Marcello Cardani, Valeria Falce, Alberto Maria Gambino, Federico Ghezzi, Michele Grillo, Mario Libertini, Roberto Pardolesi, Giovanni Pitruzzella, Andrea Stazi, Vincenzo Zeno- Zencovich. Coordinatore scientifico: Valeria Falce Referente per la didattica: Eleonora Sbarbaro Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare la sezione Post Lauream dell'Università LUISS Guido Carli (Viale Pola, 12, Roma) alla casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al telefono 06 85225579. 20 febbraio 2015
  • "Concorrenza e crescita, il ruolo delle Autorità Antitrust", il Convegno nell'ambito del Master in "Diritto della concorrenza e dell'innovazione" Luiss Guido Carli - Università Europea di Roma

  • "Concorrenza e innovazione nelle comunicazioni elettroniche", conferenza del Prof. Angelo Marcello Cardani

    luisscredaIn occasione della conclusione del Master di II livello in “Diritto della concorrenza e dell’innovazione” edizione 2013, organizzato dall’Università LUISS Guido Carli e dall’Università Europea di Roma,il Prof. Angelo Marcello Cardani, Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni terrà una Conferenza sul tema:

     Concorrenza e innovazione nelle comunicazioni elettroniche

    presso l’Università LUISS Guido Carli,

    Venerdì 17 gennaio - ore 17.30

    Via Parenzo 11, Roma

    Aula Magna

    La S.V. è cordialmente invitata a partecipare all’evento, previa gentile conferma all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • "Concorrenza e innovazione nelle comunicazioni elettroniche", conferenza del Prof. Angelo Marcello Cardani venerdì 17 gennaio

  • "Patrimonio culturale digitale. Tra conoscenza e valorizzazione", a Roma il 2 luglio

    In un convegno promosso dall'Accademia Italiana del Codice di Internet si approfondiranno, con l'aiuto di giuristi, esponenti delle istituzioni e delle associazioni, le problematiche e i quesiti aperti sul tema della gestione di documenti e informazioni nel settore pubblico L’esigenza della massima divulgazione della conoscenza e della migliore valorizzazione del patrimonio materiale e digitale di proprietà pubblica comporta l’individuazione di un sistema di licenze d’uso che assicuri il bilanciamento tra i principi di riutilizzo dei dati pubblici e la disciplina in materia di diritto d’autore e di tutela dei dati personali. Questi temi saranno al centro del convegno "Patrimonio culturale digitale: tra conoscenza e valorizzazione", previsto a Roma il 2 luglio 2015. L'evento, che sarà ospitato presso Palazzo Sant'Andrea (Via del Quirinale, 30), è promosso dall'Accademia Italiana del Codice di Internetnell'ambito del Progetto Scientifico PRIN “Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione come strumento di abbattimento delle barriere economiche, sociali e culturali”. Il quadro normativo europeo nel quale si inseriscono i lavori si compone della direttiva 2003/98/CE in materia di Public Sector Information (PSI), recentemente modificata dalla direttiva 2013/37/UE, che ne estende gli ambiti alle risorse digitali di Archivi, Biblioteche e Musei, in corso di recepimento da parte del nostro ordinamento e, in ambito nazionale, del Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs 82/2005), come modificato dall’articolo 9 del decreto legge n. 179/2012, cd. Decreto Crescita 2.0, convertito con legge n. 221/2012, che ha sancito il principio dell’Open Data by default. Locandina 2 luglio 2015 Dopo l'apertura affidata a Marina Giannetto (Sovrintendente dell’Archivio storico della Presidenza della Repubblica), l'introduzione di Alberto M. Gambino (Presidente dell’Accademia e Ordinario di Diritto privato nell'Università Europea di Roma) e le relazioni di Gustavo Ghidini (Università degli Studi di Milano, Università LUISS Guido Carli), Giuseppe Piperata (Associato di Diritto amministrativo presso l'IUAV di Venezia) e Antonia Pasqua Recchia (Segretario Generale presso il Ministero dei Beni e della Attività culturali e del Turismo). Le conclusioni saranno curate da Angelo Rughetti, Sottosegretario per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione. Sarà così la volta di una tavola rotonda moderata dal giornalista de Il Sole 24 Ore Antonello Cherchi e animata dagli interventi di Valentina Grippo (Accademia Italiana del Codice di Internet), Roberta Guizzi (Servizio Giuridico dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni), Andrea Marcucci (Commissione Istruzione pubblica, beni culturali del Senato), Flavia Piccoli Nardelli (Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati), Marco Pierani (Altroconsumo), Riccardo Pozzo (Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio Culturale del Consiglio Nazionale delle Ricerche), Eugenio Prosperetti (Tavolo Permanente per l’Innovazione e l’Agenda Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri), Roberto Rampi (Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati) e Ferdinando Tozzi (Comitato consultivo Permanente per il Diritto d’Autore). A concludere Silvia Costa, presidente della Commissione Cultura dell'Unione Europea. È stato richiesto l’accredito per la formazione continua degli Avvocati e dei Commercialisti.

    La partecipazione è libera fino ad esaurimento posti.

    È necessario accreditarsi entro e non oltre il 25 giugno 2015 inviando una email con nome, cognome, luogo e data di nascita all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • "Proprietà Intellettuale e Antitrust: conflitto o sinergia?". In occasione dell'avvio della seconda edizione del Master di II livello in "Diritto della Concorrenza e dell'Innovazione" organizzato dall'Università LUISS Guido Carli e dall'Università Europea di Roma

    La tutela della Proprietà intellettuale e la disciplina Antitrust sono due aspetti del mercato destinati a confliggere o c'è una strada che permetta loro di entrare in una proficua sinergia? È questa la domanda al centro del convegno che il 26 marzo 2014 avrà luogo presso l'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (AGCM) in piazza Verdi, 9, a Roma. L'evento, organizzato in occasione dell'avvio della seconda edizione del Master di II livello in "Diritto della Concorrenza e dell'Innovazione" organizzato dall'Università LUISS Guido Carli e dall'Università Europea di Roma, sarà dunque l'occasione per approfondire, con l'aiuto di autorevoli accademici ed esperti del settore, le dinamiche con le quali evolvono e si sovrappongono due aspetti centrali nell'economia dell'informazione. A fare gli onori di casa sarà il Presidente dell'Agcm Giovanni Pitruzzella, il quale sarà seguito nell'introduzione ai lavori dal Professor Gustavo Ghidini, Professore presso la Luiss Guido Carli. La prima tematica a finire sotto la lente sarà la "Questione in tema di marchi", al centro degli interventi del Professor Giovanni Cavani (Università di Modena e Reggio Emilia), della Dott.ssa Anna Argentati, funzionario dell'AGCM, e del Professor Gianni Capuzzi (LUISS). Subito dopo sarà la volta della "Questione in tema di copyright", aspetto che sarà analizzato nelle relazioni della Professoressa Valeria Falce (Università Europea), del Dott. Antonio Buttà (AGCM) e del Professor Francesco Graziadei (LUISS). La "Questione in tema di brevetti" vedrà invece protagonisti gli interventi della Professoressa Emanuela Arezzo (Università di Teramo), del Dott. Luca Arnaudo (AGCM) e del Professor Andrea Stazi (Università Europea). Le conclusioni saranno affidate al Professor Gustavo Olivieri (LUISS). La partecipazione al convegno è libera e gratuita previa gentile conferma tramite l'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

    Locandina 26 marzo 2014

  • "Web e legalità: il futuro del diritto d'autore"

    Tavola Rotonda

    10 aprile 2014

    Roma

    L'appuntamento è organizzato dall'Osservatorio Web e Legalità, con la collaborazione della LUISS, e sarà il primo di una serie di incontri aventi ad oggetto la tutela dei diritti lesi attraverso Internet. L'Osservatorio nasce per affermare l'importanza della legalità nel web e si propone di svolgere un monitoraggio costante dell'evoluzione tecnica, normativa e giurisprudenziale, anche attraverso il proprio portale web.

    Per partecipare all'evento è necessario confermare la propria presenza al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    programma_10_aprile

  • "Web e legalità: il futuro del diritto d'autore"

    Tavola Rotonda

    10 aprile 2014

    Roma

    L'appuntamento è organizzato dall'Osservatorio Web e Legalità, con la collaborazione della LUISS, e sarà il primo di una serie di incontri aventi ad oggetto la tutela dei diritti lesi attraverso Internet. L'Osservatorio nasce per affermare l'importanza della legalità nel web e si propone di svolgere un monitoraggio costante dell'evoluzione tecnica, normativa e giurisprudenziale, anche attraverso il proprio portale web.

    Per partecipare all'evento è necessario confermare la propria presenza al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    programma_10_aprile

  • "Web e legalità", le voci dalla Tavola Rotonda sul futuro del diritto d'autore

    Se il 39% dell'attività economica dell'Unione Europea, pari a 4700 miliardi di euro l'anno, è determinata dalle industrie i cui diritti di proprietà intellettuale generano direttamente circa il 26% dei posti di lavoro nell'Ue, quali sono gli strumenti per potenziare, difendendoli dalle minacce, tali diritti nell'era di Internet? Sono i dati e le questioni che hanno sotteso la Tavola Rotonda "Web e legalità, il futuro del diritto d'autore", primo degli appuntamenti promossi dall'Osservatorio Web e Legalità (OWL) e che ha avuto luogo nel pomeriggio di ieri nell'Aula Magna Mario Arcelli dell'Università LUISS Guido Carli di Roma. "Ad oggi un capo del personale guarda più i social network che i cv  dei candidati ad un lavoro. Basta questo per dare idea della pervasività e centralità delle tecnologie digitali nelle nostre vite anche professionali", ha esordito il Direttore generale della LUISS Giovanni Lo Storto per i saluti iniziali. Salutando il presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Angelo Marcello Cardani, appena arrivato in sala, il Professor Gustavo Olivieri ha parlato del Regolamento per la tutela del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica, varato dall'Authority ed entrato in vigore il 31 marzo scorso. "Il provvedimento - ha affermato Olivieri - rappresenta una novità assoluta nel quadro normativo degli strumenti di enforcement e tutela del copyright in rete. Ovviamente ci sono alcuni profili che saranno da aggiustare nella prassi, ma già la giurisprudenza che proviene a livello comunitario restituisce segnali confortanti e ci fa capire che è la direzione giusta. Sarà interessante di sicuro vedere quali saranno i rapporti tra i provvedimenti dell'Agcom e l'Autorità Giudiziaria ordinaria, o quali saranno i rapporti tra la stessa Agcom e le altre Authority; c'è poi tutto un ruolo da definire per ciò che riguarda la Siae. Occorre sempre considerare - ha concluso Olivieri - che non basta certo l'enforcement per assicurare un futuro al diritto d'autore online: occorre concentrarsi sull'altra gamba sul quale far muovere l'industria dei contenuti, cioè quello della concorrenza e delle offerte commerciali che vadano con prezzi accessibili e diversificazione dell'offerta ad incontrare la domanda dei consumatori". Ad introdurre i lavori il consigliere d'amministrazione di Mediaset Gina Neri("Occorre che questo dibattito si allarghi anche a livello comunitario, perché è in quella dimensione che si possono affrontare in maniera incisiva i problemi che affliggono l'industria creativa e la sua valorizzazione") e Antonio Marano, Vicedirettore generale della Rai, il quale ha affermato: "Tutelare i diritti in una dimensione crossmediale è importante per far sì che gli investimenti ritornino ai produttori e agli editori. La difesa del diritto è la difesa di chi produce contenuti, ed è un fattore fondamentale per generare redditività e incentivare l'elaborazione di modelli di business più calati sulle nuove piattaforme. Questo coinvolge anche i consumatori, i quali devono capire che amare il cinema vuol dire pagare per fruire dei contenuti di qualità". Un punto di vista sul quale il moderatore del dibattito, il Direttore del Tg4 Mario Giordano, ha chiosato telegraficamente: "Se l'investimento non è produttivo, nessuno investe più". Subito dopo il presidente di Anica Riccardo Tozzi: "Mi sento abbastanza tranquillo sul mutamento culturale di chi fino a qualche anno fa non capiva che piratare un film era come rubare un dvd in un negozio. Io credo che non ci sia nulla di sostanziale da modificare nella disciplina del diritto d'autore, a parte qualche aspetto secondario; il grosso regge al nuovo contesto con al centro la figura del diritto del video on demand, che sarà strumento centrale nella diffusione del cinema nell'era digitale e non è in concorrenza con le sale, perché il futuro sarà caratterizzato dal consumo legale sulle nuove piattaforme grazie a educazione e nuova offerta. Ma se il diritto economico tutelato dal diritto d'autore ha tenuto benissimo - ha proseguito Tozzi - non altrettanto si può dire per il diritto morale; ciò che veniva considerato palesemente plagio qualche tempo fa oggi non è più tale, perché Internet ha prodotto una vastissima conoscenza di tutto da parte di tutti, e quindi il 'prendere un po' qua e un po là' è ormai entrato nel senso comune, generando un attutimento dell'idea della singolarità dell'idea. C'è un limite però tra il legittimo cambiamento dei tempi e dei costumi e il rischio che frani il pezzo fondamentale della tutela morale, e forse su questo confine la dottrina scientifica dovrà interrogarsi". IMG_9809È invece intervenuto tramite un collegamento Skype il presidente del Sindacato Attori Italiani Giulio Scarpati: "Ci sono dati che ci mostrano come il 75% degli studenti scarichi contenuti illegalmente. Ma se il nodo di fondo è quello di un problema culturale e noi non abbiamo un sistema educativo che preveda cinema e teatro a scuola trovo difficile che i nostri giovani possano essere educati al rispetto della creatività e del lavoro in questi settori. È dunque il sistema educativo stesso che deve essere coinvolto in un percorso che abbia un duplice obiettivo: la tutela e l'allargamento della fruizione, entrambi necessari per non finire per ridurre tutta l'offerta in una nicchia o, estremo opposto, privilegiare la gratuità per ottenere grandi numeri". Stefano Previti, tra gli organizzatori dell'incontro, ha fatto così da snodo tra i saluti introduttivi e la Tavola Rotonda vera e propria. Il primo ad intervenire è stato il Commisario Agcom Antonio Martusciello, peraltro a poche ore dall'insediamento in seno all'Authority del Comitato per lo sviluppo e la tutela dell’offerta legale di opere digitali, istituito ai sensi dell’articolo 4 del Regolamento e articolato in quattro gruppi dediti ciascuno all’approfondimento di specifiche linee di attività: promozione dell’offerta legale, codici di autoregolamentazione, educazione alla legalità e monitoraggio sull’applicazione del Regolamento. Il Comitato si riunirà in seduta plenaria il prossimo 19 giugno e le sue attività saranno rese pubbliche in un'apposita sezione all’interno del sito dedicato al Regolamento antipirateria www.ddaonline.it. "Abbiamo voluto lanciare un messaggio con il regolamento - ha esordito Martusciello - e cioè che Web e legalità non sono in contrasto. Non c'è certo la volontà di restringere la libertà online. All'inizio di questo percorso ci siamo chiesti quali fossero le motivazioni che portano i consumatori a fruire di contenuti illegali, e ci siamo risposti che sono sotanzialmente tre: il fatto che i contenuti siano gratuiti, facilmente reperibili e che siano nuovi, elementi che messi a sistema attenuano la percezione si tratti di un comportamento comunque illegale. Ma la gratuità è solo un'illusione, soprattutto in un business model, che è quello di Internet, a più versanti. Uno dei pilastri dell'azione dell'Authority - ha spiegato Martusciello - è quello dello sviluppo dell'offerta legale e un maggiore impegno per un uso consapevole della rete. Ci siamo tenuti ben lontani da modelli come l'Hadopi francese per bilanciare sempre la libertà degli utenti e la tutela dell'interesse economico; si vuole combattere la pirateria massiva, non colpire l'utente finale come succedeva ad esempio nel caso francese rivelatosi troppo invasivo. Noi abbiamo espressamente escluso l'utente finale dai provvedimenti". Dopo aver illustrato il Regolamento, Martusciello ha proseguito: "Il settore culturale mostra un andamento anticiclico generando crescita e ricavi, e quindi deve ancor più essere tutelato dal legislatore e da chi fa un lavoro regolamentare. La rivoluzione tecnologica determina l'inadeguatezza di strumenti giuridici concepiti in altre epoche. L'Agcom ha rotto il ghiaccio in questo senso, e per quanta strada resti da fare sono sicuro che sia stata imboccata quella giusta; mi auguro la ricerca accademica possa individuare futuri strumenti giuridici che consentano di introdurre un 'diritto 2.0' nel nostro ordinamento". È così arrivato il momento degli interventi accademici, primo tra i quali quello del Professor Giuseppe Rossi (IULM), che ha analizzato il rapporto tra la proprietà intellettuale, e la tutela per essa prevista nel Regolamento Agcom, e altre tutele già esistenti, soprattutto alla luce della natura subordinata all'azione giurisdizionale che l'Autorità ha attribuito alla sua azione. Il Presidente della Terza Sezione Civile del Tribunale di Milano Giuseppe De Sapia ha invece concentrato la sua attenzione sulla posizione degli Internet Service Provider (ISP) destinatari di provvedimenti inibitori, anche nelle ipotesi di mera fornitura di connettività, ma talvolta "concorrenti nell'illecita diffusione nei casi in cui la loro attività si estenda a più incisive attività di aggregazione dei contenuti abusivamente riprodotti". Dopo di lui, Stefano Longhini della Direzione Affari legali di Mediaset, il quale ha esordito contraddicendo, per la pirateria online, "l'esempio del ragazzo che entra nel negozio e ruba i cd, perché è a mio avviso è più calzante l'idea dei ragazzi che trovano per strada i contenuti, a disposizione gratuita di tutti, e con qualcuno che addirittura dice che prendendoli si contribuisce a far circolare la cultura. Ecco, il nostro compito è anche fare in modo che quegli spazi di fornitura gratuita non siano più a disposizione. E non è certo una battaglia di retroguardia. Non è lo strumento Internet il nemico, ma alcuni suoi utilizzi". Il Direttore del LEAR Paolo Buccirossi ha proposto un intervento incentrato sulle tendenze evolutive nelle quantificazione del risarcimento del danno, alla luce del fatto che gli sfruttamenti non autorizzati possono compromettere l'intero valore di un'opera su cui insiste il diritto d'autore, un effetto "particolarmente rilevante quando l'utilizzo illecito avviene attraverso un media potente e ubiquo come Internet". I danni non patrimoniali nella lesione del diritto d'autore sono così affrontati dal Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche della European School of Economics Giuseppe Cassano, mentre il Professor Francesco Graziadei ha incentrato la sua relazione sul dibattito sorto in sede europea in materia di regolamentazione dell'audiovisivo al tempo digitale. È il rapporto tra le tutele de diritto d'autore e degli altri diritti fondamentali il cardine attorno al quale si sviluppa, infine, il contributo del Professor Andrea Stazi, ricercatore e docente di Diritto Comparato nell'Università Europea di Roma. "Internet ci porta in un mare aperto - ha affermato Stazi - perché ci pone una serie di domande assolutamente nuove e fa tramontare una parte dei concetti tradizionali. Pensiamo all'importanza dell'analisi su chi siano oggi i gatekeepers in rete e su chi è in grado di controllare e discriminare i contenuti online. In questo nuovo scenario, cercare di rispondere ai problemi posti da Internet con gli istituti del passato fa correre il rischio che ci si ritrovi con i contenuti online a due minuti dalla pubblicazione". "Allo stesso modo  - ha proseguito - bisogna evitare le politiche a senso unico e cercare un bilanciamento di interessi e di principi quali la protezione dei dati personali, la libertà di informazione, la libertà di iniziativa economica e la tutela della proprietà intellettuale, tramite i criteri di gerarchia e proporzionalità. Ognuno di questi principi, volta per volta, arretra lasciando spazio agli altri, a seconda dei casi. La sfida è proprio il bilanciamento, ed è copiosia in questo senso la giurisprudenza della Corte di Giustizia, che ribadisce nei suoi pronunciamenti l'importanza della sopra menzionata gerarchia. Penso ad esempio alla sentenza con la quale la Corte afferma che se un contenuto è liberamente accessibile su uno spazio online può essere linkato da un sito terzo, possibilità che non è consentita quando invece il contenuto stesso sia sottoposto a restrizione, un pronunciamento nel quale emerge la ricerca di un contemperamento tra la libertà d'impresa e quella di informazione ed espressione". 11 aprile 2014
  • Concorrenza e crescita, il ruolo delle Autorità Antitrust

  • Consultazione Pubblica in sede europea per una riforma del diritto d’autore: le Osservazioni presentate congiuntamente dall’Osservatorio di Proprietà Intellettuale Concorrenza e Comunicazioni (OPICC), Università Luiss Guido Carli (Roma) e dal centro di ricerca ASK (Art, Science and Knowledge) dell’Università Bocconi, in collaborazione con la Biblioteca dell’Università Bocconi (Milano)

    Si pubblica qui di seguito il documento contenente le Osservazioni presentate dall’Osservatorio OPICC della Luiss Guido Carli, insieme al centro di ricerca ASK e alla Biblioteca dell’Università Bocconi in occasione della Consultazione Pubblica in sede europea sulla modernizzazione del diritto d’autore nell’era digitale – Public Consultation on the review of EU copyright rules, svoltasi nel periodo dal 5 dicembre 2013 al 5 marzo 2014. Per i quesiti oggetto della Consultazione e tutte le informazioni rese disponibili sul sito della Commissione Europea è possibile collegarsi a questa pagina. Al testo presentato hanno collaborato i seguenti Autori: - Per l’OPICC - Osservatorio di Proprietà Intellettuale Concorrenza e Comunicazioni, (http://ricerca.giurisprudenza.luiss.it/centri-di-ricerca/opicc, Università Luiss Guido Carli), Curatrice del coordinamento dei contributi – Prof. Emanuela Arezzo Autori: Prof. Gustavo Ghidini (Direttore OPICC) Prof. Emanuela Arezzo Dott. Federica De Santis Dott. Eleonora Sbarbaro - Per l’ASK (ART, SCIENCE AND KNOWLEDGE) (http://www.ask.unibocconi.it/wps/wcm/connect/Cdr/Centro_ASK/Home, Università Bocconi), e per la Biblioteca “L. Bocconi” (http://lib.unibocconi.it/*eng) Curatrice del coordinamento dei contributi – Prof. Maria Lillà Montagnani Autori: Prof. Maria Lillà Montagnani Dott. Aura Bertoni Dott. Argyri Panezi Dott. Anna Vaglio Dott. Tiziana Dassi 13 marzo 2014
  • Corso di perfezionamento in “Diritto e gestione della proprietà intellettuale, della concorrenza e delle comunicazioni”

    LUISSIl Corso di perfezionamento in “Diritto e gestione della proprietà intellettuale, della concorrenza e delle comunicazioni” e il Master di secondo livello in Diritto della concorrenza e dell’innovazione sono svolti in collaborazione con l’UNIVERSITA’ EUROPEA DI ROMAe con la SIAE – SOCIETA’ ITALIANA AUTORI E EDITORI.

    Il Corso di Perfezionamento è diretto a formare esperti in diritto e gestione della proprietà intellettuale, della concorrenza e delle comunicazioni, in grado di supportare imprese, studi professionali ed istituzioni nelle loro attività. La didattica è orientata a fornire le nozioni essenziali ed a prendere in esame le principali problematiche relative alla proprietà intellettuale, alla concorrenza ed alle comunicazioni, con specifico riguardo ai rispettivi strumenti di tutela giuridica. In particolare, l’attenzione è posta sull’analisi delle opportunità di gestione dei beni immateriali e dei diritti di esclusivatout court come fonti di valore, nonchè sulla loro tutela per il perseguimento degli interessi dell’innovazione, dell’identità e dell’immagine d’impresa alla luce di una corretta competizione economica. A partire dall’a.a. 2012/2013 il Corso costituisce il primo dei tre moduli in cui è suddiviso il Master Universitario di Secondo livello in Diritto della Concorrenza e dell’Innovazione. E’ consentita l’iscrizione all’intero Master o al solo Corso di Perfezionamento. Consulta il Bando del Corso di Perfezionamento

    Destinatari

    Possono partecipare alle selezioni del Corso di Perfezionamento laureati triennali, magistrali o del vecchio ordinamento in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze della comunicazione, Economia nonché coloro che siano in possesso di un titolo universitario equivalente conseguito presso università estere. Potranno essere presi in considerazione, ad insindacabile giudizio della Direzione, anche titoli di studio di diversa provenienza. E’ consentita l’iscrizione, con riserva, anche ai laureandi che discutano la tesi entro la sessione straordinaria dell’anno accademico 2012/2013 (marzo/aprile 2014)

    Numero di iscritti

    Il Corso è a numero chiuso e prevede una procedura di selezione in entrata consistente nella valutazione dei titoli dei candidati. Numero minimo: 20 Numero massimo: 50

    Quota di iscrizione

    Per ottenere l’immatricolazione al Corso gli ammessi sono tenuti al versamento della quota di iscrizione pari ad € 1.400,00. La quota è ridotta ad € 1.200,00 per i laureati della LUISS Guido Carli. Per prenotare l’adesione all’ OPEN DAY  del 15 novembre 2013:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. L’accoglienza all’Open Day è prevista alle ore 15,00 presso la sede della LUISS Guido Carli di Via Parenzo 11  in Roma (aula 5); è gradita la presentazione di un CV aggiornato.
  • Diritto e Tecnologia, gli eventi segnalati da Dimt [Mappa]

    Vi segnaliamo gli eventi, i convegni e gli incontri di maggiore rilievo dei prossimi giorni in materia di diritto, mercato e nuove tecnologie. Il 7 novembre a Treviso il primo dei due appuntamenti organizzati dall'Università degli Studi di Padova; nell'ambito dei "Dialoghi sul contratto" prenderanno vita due seminari, "Profili e problemi della risoluzione del contratto" e, il 5 dicembre prossimo, "La tutela dei principi del diritto contrattuale nell'esperienza moderna". Quattro giorni dopo, all'ombra del Duomo di Milano, il giornalista del Corriere della Sera Massimo Sideri presenterà il suo lavoro "Tecnologismi. Posologia e precauzioni per l'uso dei social network". Lo stesso giorno nel capoluogo lombardo prenderà vita l'incontro di studio "Anonimato, diritti della persona e responsabilità in rete", evento organizzato dall'Università degli Studi di Milano, dall'Università degli Studi di Milano-Bicocca e dalla fondazione "Centro di iniziativa giuridica Piero Calamandrei" con la collaborazione di ACCMS Studio Legale. Il 12 novembre l'Università Europea di Roma ospiterà per tutta la giornata il ricco convegno dal titolo "Processo telematico 'Obbligatorio'. Le notificazioni telematiche degli atti giudiziari". Lo stesso giorno, al Palazzo Ducale di Camerino, la tavola rotonda "La rete, i cittadini e i diritti. Il diritto fondamentale alla protezione dei dati personali nel tempo di Prism". Il 13 novembre sarà la biblioteca del Senato "Giovanni Spadolini" il teatro di un Dibattito sul diritto d'autore che si svilupperà a partire dall'opera dell'avvocato Fabio Macaluso "E Mozart finì in una fossa comune" [LEGGI la recensione del volume]. Ricordiamo l'Open Day del 15 novembre all'università LUISS Guido Carli di Roma, in occasione del quale verranno presentati il Master Universitario di secondo livello in “Diritto della concorrenza e dell’innovazione” e il Corso di Perfezionamento in “Diritto e gestione della proprietà intellettuale, della concorrenza e delle comunicazioni”, entrambi svolti in collaborazione con l’Università Europea di Roma e con la Siae - Società Italiana Autori e Editori. Sempre il 15 novembre scade il termine per la presentazione della domanda di immatricolazione alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università Europea di Roma. Qui sotto la mappa con gli appuntamenti delle prossime settimane, clicca sui puntatori per le informazioni.
  • Diritto e Tecnologia, gli eventi segnalati da Dimt [Mappa]

    Vi segnaliamo gli eventi e le date di maggiore rilievo dei prossimi giorni in materia di diritto, mercato e nuove tecnologie. Il 13 gennaio doppio appuntamento a Milano. Presso l'Aula magna dell'Università degli Studi cittadina inizierà la due giorni dedicata al convegno sui dieci anni dalla riforma del diritto societario; l'Aula Magna del Palazzo di Giustizia ospiterà invece il convegno "Codice dell’ordinamento giudiziario", a cura della Scuola di Giurisprudenza dell'Università Bocconi. Venerdì 17 gennaio, in occasione della conclusione del Master di II livello in “Diritto della concorrenza e dell’innovazione” edizione 2013, organizzato dall’Università LUISS Guido Carli e dall’Università Europea di Roma, il Prof. Angelo Marcello Cardani, Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni terrà una Conferenza sul tema "Concorrenza e innovazione nelle comunicazioni elettroniche". Domenica 19 gennaio si svolgerà a Rho "eCommerce: dal sito ai social, teoria e pratica", workshop nel quale sarà affrontato il tema dell’eCommerce cercando di capire come utilizzare i social network a supporto del negozio on line, trasformandolo in un “social commerce”. Per partecipare all'evento è necessario registrarsi seguendo questo link. Il giorno successivo sarà invece il Palazzo Bastogi di Firenze la cornice del convegno "Economia ed ambiente: binomio che cambierà il diritto?". Qui sotto la mappa con gli appuntamenti delle prossime settimane, clicca sui puntatori per le informazioni. 11 gennaio 2014
  • Diritto e Tecnologia, gli eventi segnalati da Dimt [Mappa]

    Vi segnaliamo gli eventi e le date di maggiore rilievo dei prossimi giorni in materia di diritto, mercato e nuove tecnologie. Giovedì 13 febbraio, presso l'Auditorium dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, avrà luogo il convegno "Concorrenza e crescita, il ruolo delle Autorità Antitrust", organizzato nell'ambito del master in "Diritto della Concorrenza e dell'Innovazione" di LUISS Guido Carli e Università Europea di Roma. Le due Università hanno organizzato congiuntamente anche il Corso di perfezionamento in "Diritto e Gestione della Proprietà Intellettuale, della Concorrenza e delle Comunicazioni"; per entrambi le iscrizioni stanno per chiudersi.
    Lo stesso giorno a Bologna saranno le stampanti 3D al centro della tavola rotonda organizzata da Eliossoffolo srl per discutere delle potenzialità e dei nuovi mercati che si aprono intorno a questi strumenti mostrando qualche esempio pratico.
     
    Importante appuntamento in materia di diritto d'autore online il 18 febbraio a Roma; in occasione della presentazione del volume di Eugenio Prosperetti  "L'opera digitale tra regole e mercato", infatti, si terrà il seminario di studi "Il Regolamento Agcom sulla tutela del diritto d'autore nelle reti di comunicazione elettronica".
     
    Nel frattempo sarà iniziata, a Milano, la Social Media Week, evento organizzato da Hagakure e che si svolgerà dal 17 al 21 febbraio. Durante la manifestazione verrà affrontato il tema globale “The Future of Now: Always-On, Always Connected”. Ogni giorno della settimana una serie di eventi con diversi formati: keynote, panel, workshop, book reading ed incontri di networking.
     
    Sempre a Milano, giovedì 20 febbraio al Politecnico sarà la volta del convegno di presentazione dei risultati dell'ultima ricerca messa a punto dall’Osservatorio Mobile Payment&Commerce.
     
    In chiusura, da segnalare il Call for Papers relativo alla spring edition di e-privacy 2014, che si terrà a Firenze in aprile e sarà incentrata sul tema "La privacy che verrà".
    Qui sotto la mappa con gli appuntamenti delle prossime settimane, clicca sui puntatori per le informazioni. 8 febbraio 2014
  • Diritto e Tecnologia, gli eventi segnalati da Dimt [Mappa]

    Vi segnaliamo gli eventi e le date di maggiore rilievo dei prossimi giorni in materia di diritto, mercato e nuove tecnologie. Dal 18 al 20 marzo a Milano avrà luogo l'edizione 2014 del Security Summit, con un evento per ognuno dei tre giorni: "Fostering trust and security in the European Union", "Security By Design?" e "Datagate: e ora?" Mercoledì 19 avrà intanto preso vita, a Roma, il secondo appuntamento del corso pratico sul Processo Telematico "Come fare per...", con un appuntamento riservato al livello "medium" e che verterà sulle modalità con le quali si deve operare per depositare in modo telematico gli atti in un processo civile. Il giorno successivo, sempre nella Capitale, la sala della Mercede della Camera dei Deputati ospiterà il convegno "Open Government: le sfide di un movimento globale". Sabato 22 marzo il Centro Congressi della Città della Scienza di Napoli sarà la cornice di "WebUpDate 2014", quinta edizione di un evento che punta a riunire alcuni dei più dinamici operatori del mercato che ruota intorno alle nuove tecnologie. Sarà l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, invece, ad ospitare il 26 marzo "Proprietà intellettuale e antitrust: conflitto o sinergia?", convegno che avrà luogo in occasione dell’avvio della seconda edizione del Master di II livello in “Diritto della Concorrenza e dell’Innovazione” organizzato dall’Università LUISS Guido Carli e dall’Università Europea di Roma Locandina 26 marzo 2014 La stessa Università Europea di Roma aprirà le porte il giorno precedente: martedì 25 marzo sarà infatti Open Day. Il 31 marzo, a Taranto, ci sarà invece l'evento "La tecnologia al servizio del business: facciamo il punto sul digitale". In chiusura, da segnalare la Call for Papers relativa alla spring edition di e-privacy 2014, che si terrà a Firenze in aprile e sarà incentrata sul tema “La privacy che verrà“, e la Call for Papers della Rivista Internazionale di Informatica Giuridica “Ciberspazio e Diritto” per l’anno 2014.
    Qui sotto la mappa con gli appuntamenti delle prossime settimane, clicca sui puntatori per le informazioni. 15 marzo 2014
  • Diritto e Tecnologia, gli eventi segnalati da Dimt [Mappa]

    Vi segnaliamo gli eventi e le date di maggiore rilievo dei prossimi giorni in materia di diritto, mercato e nuove tecnologie. Sarà l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ad ospitare il 26 marzo "Proprietà intellettuale e antitrust: conflitto o sinergia?", convegno che avrà luogo in occasione dell’avvio della seconda edizione del Master di II livello in “Diritto della Concorrenza e dell’Innovazione” organizzato dall’Università LUISS Guido Carli e dall’Università Europea di Roma. L’evento sarà l’occasione per approfondire, con l’aiuto di autorevoli accademici ed esperti del settore, le dinamiche con le quali evolvono e si sovrappongono due aspetti centrali nell’economia dell’informazione. Locandina 26 marzo 2014 La stessa Università Europea di Roma aprirà le porte il giorno precedente: martedì 25 marzo sarà infatti Open Day. Giovedì 27 marzo presso il Campidoglio prenderà vita il convegno "L'Italia Digitale: creatività, crescita, conoscenza". Il 31 sarà invece a Montecitorio che si svolgerà il convegno "Internet e libertà d'espressione; c'è bisogno di nuove leggi?".   programma31marzo2014 Ancora il 31 marzo, a Taranto, ci sarà invece l'evento "La tecnologia al servizio del business: facciamo il punto sul digitale". Da segnalare la Call for Papers relativa alla spring edition di e-privacy 2014, che si terrà a Firenze in aprile e sarà incentrata sul tema “La privacy che verrà“, e la Call for Papers della Rivista Internazionale di Informatica Giuridica “Ciberspazio e Diritto” per l’anno 2014. È infine prevista per giovedì 10 aprile  la tavola rotonda "Web e legalità: il futuro del diritto d'autore". L’appuntamento è organizzato dall’Osservatorio Web e Legalità, con la collaborazione della LUISS, e sarà il primo di una serie di incontri aventi ad oggetto la tutela dei diritti lesi attraverso Internet. programma_10_aprile Qui sotto la mappa con gli appuntamenti delle prossime settimane, clicca sui puntatori per le informazioni. 22 marzo 2014
  • Gli accordi di trasferimento di tecnologia

    Di seguito le slide presentate dalla Prof.ssa Valeria Falce e dall'Avv. Elena Maggio nella lezione del Master in Diritto della Concorrenza e dell’Innovazione dello scorso 17 aprile. 21 aprile 2015
  • I ‘lacci e i lacciuoli’ gravanti sulle imprese italiane: il fisco - Roma, 21 maggio 2015

    21 maggio 2015

    Sala delle Colonne - LUISS Guido Carli – Viale Pola 12, Roma

    Si terrà giovedì 21 maggio, alle ore 15,00, presso la Sala delle Colonne della LUISS Guido Carli (viale Pola 12), il convegno “I ‘Lacci e Lacciuoli’ gravanti sulle imprese italiane: il fisco”, organizzato dalla Fondazione Bruno Visentini e dalla Piccola Industria di Confindustria. Al centro dei lavori la presentazione dei risultati della ricerca “I lacci e i lacciuoli fiscali”, realizzata dalla Fondazione con la collaborazione della la P.I. di Confindustria. Il convegno sarà aperto dal Rettore della LUISS Massimo Egidi e introdotto dagli interventi di Alberto Baban, Presidente della Piccola Industria di Confindustria, e Alessandro Laterza Presidente della Fondazione Bruno Visentini. Dopo una panoramica sull’insieme dei “lacci e i lacciuoli” gravanti sulle imprese (in particolare fisco, lavoro, previdenza, ambiente) fornita attraverso i contribuiti di Marcella Panucci (Direttore Generale Confindustria), Gustavo Visentini (Direttore Scientifico FBV) e Roberto Pessi (Prorettore della LUISS), i risultati della ricerca “I lacci e i lacciuoli fiscali” saranno presentati dai Proff. Fabio Marchetti, Condirettore scientifico FBV e coordinatore del progetto, e Luciano Monti (Docente di Politica Economica Europea, LUISS). Ne discuteranno con Fabrizio Forquet (Vicedirettore de Il Sole 24 Ore): Vincenzo Boccia (Delegato Confindustria per il Credito), Andrea Bolla (Delegato Confindustria per il Fisco), Giorgio Merletti (Presidente Confartigianato) e Carlo Sangalli (Presidente Confcommercio). Le conclusioni saranno tratte dal Viceministro dell’Economia e delle Finanze Enrico Morando. LACCI E LACCIUOLI programma
  • Il diritto della regolazione tra teoria e prassi: perché una nuova rivista giuridica?