Marchi, de-linking, società in house e market cooperation: online i nuovi Quaderni di Dimt

È online il quarto numero del IV Anno di attività dei Quaderni di Diritto Mercato Tecnologia, raccolta trimestrale della nostra Rivista Scientifica. Copertina-Quaderni-Diritto-Mercato-Tecnologia22Il fascicolo si apre con il contributo di Martina Ferraro "La capacità distintiva del marchio e l’utilizzo di parole straniere diventate di uso comune nel linguaggio della rete", nel quale sono contenute riflessioni che muovono da una sentenza con la quale il Tribunale di Firenze è intervenuto su un contenzioso tra due società in merito all'utilizzo di un segno distintivo. Segue "A game-theory perspective on market cooperation", lavoro con il quale Emanuela Delbufalo e Marina Monsurrò propongono un modello matematico in materia di cooperazione tra imprese. "La sentenza Google e la questione delle esternalità dei trattamenti di dati personali" è il contributo con il quale Lorella Bianchi e Giuseppe D’Acquisto, muovendo dalle conclusioni della Corte di Giustizia dell'Unione Europea nella sentenza Google Spain, e con riferimento all'ordine con il quale vengono presentati i risultati di una determinata ricerca, "esplorano la possibilità di consentire alla persona di intervenire in maniera da mitigare l’effetto delle esternalità indotte dal motore di ricerca, offrendo una possibilità ulteriore rispetto a quella di de-linking prevista dalla sentenza, e proponendo il possibile esercizio, nei confronti del trattamento effettuato dal motore di ricerca, di un particolare configurarsi del diritto di rettifica, nei modi e nelle forme che la normativa in materia di protezione dei dati personali e la tecnologia già oggi possono consentire". In chiusura Mario Palma con "Note in tema di giurisdizione della Corte dei Conti in materia di responsabilità per danno erariale degli amministratori delle società in house (nota a margine della sentenza n. 7177 del 26 marzo 2014 delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione)". 10 aprile 2015