Editoria: editori Ue, rischi da modifiche a direttiva tv

Editori di quotidiani e riviste europei lanciano l'allarme per un voto in agenda al Parlamento europeo sulla modifica della direttiva del 2010 sui servizi di media audiovisivi che a loro parere "minaccia la libertà di stampa e il pluralismo", introducendo "una deregulation senza precedenti nel mercato audiovisivo, che avrà un impatto significativo sulla stampa".

Nel mirino delle due associazioni Enpa e Emma alcuni emendamenti di modifica al testo proposto dalla Commissione europea, che saranno votati il 25 aprile in commissione cultura dell'Eurocamera.

Tra i vari punti, in particolare gli editori criticano la proposta di eliminare un paragrafo dell'articolo 19 che recita: "gli spot pubblicitari e di televendita isolati, salvo se inseriti in trasmissioni di eventi sportivi, devono costituire eccezioni". Una proposta, denunciano le associazioni, che a loro parere incentiverebbe la migrazione degli investimenti pubblicitari dalla carta stampata alla tv.

 (Fonte Ansa)

24 aprile 2017