Cyber risk, ruolo e peso delle compagnie assicurative

I clienti delle compagnie assicurative dovrebbero poter beneficiare di soluzioni per proteggere i propri dispositivi elettronici, analogamente con quanto si fa già con automobili o serrature e sistemi d’allarme per le abitazioni.
Il risultato emerge da una ricerca di Affinion, azienda americana di cyber security, secondo la quale la nostra società, infatti, con l’incremento di utilizzo di device per la navigazione, web sta affrontando una serie di minacce pericolose quanto difficili da riconoscere, motivo per cui il cliente dovrebbe potersi sentire al sicuro anche nei confronti del rischio cyber. 

I NUMERI DEL CYBER RISCHIO

Secondo le stime di Affinion, nel 2017 il mondo ha visto 1 miliardo di vittime di crimini informatici, sparse in decine di Paesi e, quel che è peggio, danni derivati da attacchi informatici pari a più di 500 miliardi di dollari. Se si guarda alla Penisola, un terzo della popolazione italiana è stata vittima di cyber crimine, più della metà (circa 43 milioni) è attiva sui social network e necessita, di conseguenza, di una consapevolezza basilare dei rischi nei quali si incorre in Rete, soprattutto coloro che possiedono oggetti smart (28% della popolazione). Il mondo dell’IoT cresce insieme al rischio informatico. Nell’arco di un anno il mercato dell'Internet delle Cose ha aumentato il proprio valore del 35% rispetto al 2016, arrivando a circa 250 milioni di euro. 

IL MERCATO NERO DEL WEB 

I criminali del web tendono a rubare password e codici legati ai conti online e a Paypal, rivendendoli a prezzi accessibili nel Dark web, ovvero una piccola parte del deep web (tutto ciò che non è indicizzato da motori di ricerca). Una carta di credito o di debito si acquista sul Dark Web con cifre che vanno dai 5 ai 110 dollari, le informazioni come l’accesso ai servizi di pagamento vanno dai 20 ai 200, una patente di guida circa 20 e un passaporto intorno ai 1000, 2000.

IL RUOLO DELLE COMPAGNIE ASSICURATIVE

In questo scenario andrebbe ripensato anche il ruolo delle compagnie assicurative nella protezione dei clienti. Il rischio cyber - rileva lo studio di Affinion, è una minaccia sempre più concreta e il settore insurance può certamente giocare un ruolo chiave nell’educazione preventiva e nella protezione dei propri clienti, non solo nel caso della stipula di una polizza adeguata alla situazione individuale, ma trasformandosi in un vero e proprio punto di riferimento che affianchi il consumatore nell’affrontare il rischio informatico quotidianamente.

(Fonte Cyber Affairs)