Cloud, ecco le aziende che daranno vita in Europa a Gaia-X

Emancipare il Vecchio Continente dal dominio statunitense e cinese sul cloud. È questo l’obiettivo di Gaia-X, un progetto tedesco (ed europeo) che dovrebbe dare vita ad un’infrastruttura cloud dalle caratteristiche rivoluzionarie.

Il progetto, nato negli ambienti politico-istituzionali tedeschi, potrebbe coinvolgere anche Bruxelles (come volere tedesco) e gli altri Stati Membri, con la Francia che pare già particolarmente interessata.

Gaia X, secondo un documento congiunto del Ministero dell’economia e delle altre parti interessate, presentato il 29 ottobre 2019, sarà una “infrastruttura dati potente e competitiva, sicura e affidabile per l’Europa”. L’idea è nata all’interno dell’International Data Space (IDS) del governo federale e della Fraunhofer-Gesellschaft, con particolare interesse anche da parte del settore privato.

Con Gaia-X la Germania intende mettere in rete le capacità del server di molte piccole e grandi aziende, in modo tale che “i dati possano essere resi disponibili, riuniti e condivisi in modo veloce e sicuro”, secondo quanto scrive Frankfurter Allgemeine Zeitung.

Quali, dunque, le aziende coinvolte? Gaia-X coinvolge pesi massimi come Bosch, SAP, Deutsche Telekom, Deutsche Bank, Siemens e Festo, che prenderanno parte attiva nello sviluppo dell’intero progetto. Ma secondo Handelsblatt le società coinvolte sono oltre 100 e al progetto starebbero lavorando anche gli “istituti di ricerca di 17 paesi”.

Continua a leggere su Start Magazine.