Futuro del lavoro: formazione, etica e la

Di Gianfrancesco Rizzuti

493 milioni. Se digitiamo “Artificial Intelligence” su Google, è il totale dei risultati della ricerca per un’espressione in uso ormai da oltre 60 anni, ad indicare quegli sviluppi informatici che consentono ai computer di agire con caratteristiche simil-umane quali le percezioni visive, quelle spazio-temporali e i processi decisionali. Roba per soli…robot e film di fantascienza e distopici? Proprio no, ormai.

Quali le conseguenze del sempre più vasto ricorso all’intelligenza artificiale nel mondo della formazione e del lavoro? Se n’è discusso mercoledì scorso a “Il futuro del lavoro con gli androidi?”, tavola rotonda promossa dall’Osservatorio Cultura e Lavoro…

[READ MORE]Futuro del lavoro: formazione, etica e la "parabola" dei talenti

È la percezione, bellezza

Il concetto di percezione è protagonista delle nostre vite. Basti pensare alla temperatura percepita, difficile da misurare empiricamente ma al centro della nostra attenzione quotidiana. Nell’economia, è ormai riconosciuto un distacco, un gap, tra l’economia degli indicatori (PIL, occupazione) e l’economia reale, quella che viene vissuta tutti giorni dai cittadini. È infatti difficile per un operaio calcolare il suo benessere in base al PIL, a favore invece di altre grandezze, come lo stipendio che “percepisce” ogni mese. Questo “vissuto” ha un impatto da non sottovalutare: un cittadino comune può farsi guidare nelle scelte di consumi e investimenti dalla cd. economia…

[READ MORE]È la percezione, bellezza

di

Gianfrancesco Rizzuti*

1.150.000.000 di risultati: in una ideale top ten mondiale di risultati di ricerca su Google sarebbe di certo ben piazzata. Per dare un’idea, “Brexit” ne ha un terzo. E’ madame (o mister) fake news. Il timore che l’inquinamento da “bufala” possa alterare i risultati delle prossime elezioni europee fa tornare di attualità, più di quanto già non lo sia, il dibattito sulla post-verità. Si tratta di un tema che incrocia diritto, etica, politica, economia. E che va analizzato nelle dimensioni dell’offerta (di chi fornisce informazione), della domanda (di chi è il destinatario dell’informazione) e di chi è…

[READ MORE]Fake news tra “paradosso del mentitore” e “whatever it takes”

di Gianfrancesco Rizzuti

Cos’ha in comune il Super Bowl, l’evento sportivo più seguito negli Stati Uniti, con il Washington Post, il più antico e diffuso giornale di Washington?  Se lo sono chiesti in molti, la sera di domenica 3 febbraio, incollati tra patatine, hamburger e popcorn alla CNBC, il canale che ha trasmesso la finale del campionato della National Football League (la lega professionistica statunitense di football americano) disputata ad Atlanta tra i New England Patriots e i Los Angeles Rams.

E’ successo infatti che in una pausa del quarto ed ultimo tempo sia stato trasmesso uno spot pubblicitario di…

[READ MORE]Giornalismo di qualità tra Super Bowl e pop(corn)