"Libertà di manifestazione del pensiero e diritti fondamentali". Il nuovo volume a cura di Mirzia Bianca, Alberto Gambino, Raffaella Messinetti

Il volume affronta il tema del bilanciamento della libertà di manifestazione del pensiero con i principali diritti fondamentali, tema reso oggi ancora più significativo dall'avvento della tecnica e dei social networks che apre al giurista nuovi scenari e vari interrogativi.

Libertà di manifestazione del pensiero e diritti fondamentali. Copertina

Dopo le pagine introduttive di ciascun curatore dell'opera, "Libertà di manifestazione del pensiero e diritti fondamentali" si presenta come un vero e proprio case book.

Ciascun diritto fondamentale della persona per il quale si pone un problema di bilanciamento con la libertà di manifestazione del pensiero individua un caso giudiziario, affrontato o dalle corti italiane o dalle corti europee.

Lo schema, di grande utilità per gli studenti, è il seguente: la riproduzione della massima, l'enunciazione del fatto e della questione di diritto, e infine un breve commento.

In questo modo lo studente ha una sintesi delle principali vicende giudiziarie che negli ultimi anni hanno riguardato questa materia, sia con riferimento alla professione del giornalista che in generale.

Per le sue caratteristiche il volume si presta ad essere utilizzato nei corsi di diritto della comunicazione e di diritto del giornalismo.

Alla pubblicazione hanno contribuito alcuni componenti del gruppo di lavoro di Diritto Mercato Tecnologia e de l'Accademia Italiana del Codice di Internet (Iaic) tra i quali: Giorgio Resta, Davide Mula, Maria Letizia Bixio, Elena Maggio, Monica La Pietra e Rosaria Petti.

"La libertà di manifestazione del pensiero e diritti fondamentali", a cura di Mirzia Bianca, Alberto Gambino, Raffaella Messinetti, Giuffrè Editore, 2016. 9 giugno 2016