skip to Main Content

Il potere di rateizzazione del pagamento della sanzione pecuniaria esercitato dalle Autorità indipendenti

Il Potere Di Rateizzazione Del Pagamento Della Sanzione Pecuniaria Esercitato Dalle Autorità Indipendenti

Il potere di rateizzazione del pagamento della sanzione
pecuniaria esercitato dalle Autorità indipendenti.
Tra giurisdizione di merito e riduzione
della discrezionalità amministrativa

Filippo Borriello
Università degli Studi di Napoli Federico II

 

SOMMARIO: 1. Sul potere sanzionatorio delle Autorità amministrative indipendenti – 2. Il fondamento giuridico del potere di rateizzazione del pagamento della sanzione pecuniaria nella legislazione primaria – 3. Sulla riconducibilità delle autorità amministrative indipendenti nella nozione di autorità amministrativa di cui all’art. 26, comma 1, l. n. 689/1981 – 4. Il potere di rateizzazione del pagamento della sanzione pecuniaria esercitato dalle Autorità amministrative indipendenti. Fondamento, contenuto e funzione – 5. Considerazioni conclusive

Abstract. L’articolo si pone l’obiettivo di esaminare il fondamento giuridico del potere di rateizzazione delle sanzioni amministrative applicate dalle autorità indipendenti. L’indagine muove dall’analisi di una delle caratteristiche essenziali delle autorità, ovverosia la possibilità di esercitare un potere sanzionatorio, e si snoda attraverso il dibattito, dottrinario e giurisprudenziale, sulla natura delle autorità indipendenti e poi sulla riconducibilità delle stesse alla nozione di “autorità amministrativa” di cui all’art. 26, comma 1, l. n. 689/1981, che costituisce la base normativa generale di riferimento per l’esercizio del potere di rateazione della sanzione pecuniaria. Successivamente, viene valutato se, in assenza di ulteriore e specifica normativa attributiva di un potere di regolamentazione, le Autorità possano adottare regolamenti o linee guida con cui attuare o integrare la legislazione primaria in tema di rateizzazione. Ancora, il lavoro indaga la natura, il contenuto e le concrete modalità di esercizio del potere di rateizzazione. Considerata la natura discrezionale di tale potere, che comunque è limitato dal principio della riserva relativa di legge in materia di prestazioni patrimoniali, si affronta il tema della riduzione del margine di manovra rimesso all’amministrazione. Infine, viene analizzata l’intensità del controllo giurisdizionale esercitato sugli atti di diniego di rateazione adottati dalle autorità indipendenti, con riferimento alle tecniche ed agli standard di sindacato, soprattutto ragionevolezza e proporzionalità, in relazione alle funzioni della sanzione amministrativa e dell’istituto della rateazione.

Clicca qui per scaricare il PDF.

Back To Top