Libra, chi sono gli italiani che hanno contribuito alla criptovaluta di Facebook

(Via Startmag)

Libra, la moneta digitale di Facebook, parla anche un po’ italiano.

Alla sua concezione, come si evince dal whitepaper che racconta come sarà e come funzionerà la criptovaluta, infatti, hanno contribuito anche Christian Catalini, Gerardo Di Giacomo e Dario Russi.

I giovani hanno collaborato con altri 51 esperti mondiali per allestire l’infrastruttura che sta alla base dello scambio di Libra.

CHRISTIAN CATALINI

Docente al Mit e Head of economics, Blockchain di Facebook, Catalini è laureato alla Bocconi di Milano e vanta un dottorato all’università IS di Toronto. È fondatore del Cryptoeconomics Lab del Massachusetts Institute of Technology ed tra i criptoeconomisti più famosi al mondo. Da maggio 2018 collabora con il National Bureau of Economic Research, organizzazione di ricerca privata senza scopo di lucro americana.

Per il progetto Libra, cui lavora da un anno, ha collaborato allo sviluppo sia della blockchain sia della riserva di assct che dovrebbe stabilizzare il valore di Libra.

L’obiettivo è creare “un sistema finalizzato a dare vita a uno standard aperto per i pagamenti a livello globale. L’obiettivo di Libra Association, di cui Facebook è solo uno dei “membri fondatori” al pari di tanti altri, è costruire una public utility che riduca le barriere all’accesso del sistema finanziario per abilitare l’inclusione di miliardi di persone che per un motivo o per l’altro oggi ne sono esclusi ”, ha dichiarato Catalini al Sole 24 ORE.

GERARDO DI GIACOMO

Un hacker etico, certificato dell’EcCouncil, vanta un curriculum di tutto rispetto. Ha dato avvio alla sua carriera fondando, nel 2002, Zone-H, archivio di siti Web hackerati. Di Giacomo ha tenuto corsi di sicurezza.

Ha lavorato in Telecom Italia, dal 2004 al 2007, ha ricoperto l’incarico di ingegnere Senior per la sicurezza. Da luglio 2007 a novembre 2008 ha ricoperto il ruolo di Security Researcher, Project Manager presso WabiSabiLabi. I due anni successivi li ha trascorsi presso Techub, in qualità di consulente senior per la sicurezza.

Per sei anni nella divisione di cybersicurezza di Microsoft (prima come Senior Security Program Manager e poi come Senior Security Engineer), nel 2017 Di Giacomo è approdato in casa Facebok.

Anzi, in casa Whatsapp per 15 mesi, come ingegnere per la sicurezza, e poi (ultimi 8 mesi) nella divisione Blockchain di Facebook.

DARIO RUSSI

Dario Russi ha dato avvio alla sua carriera lavorativa nel 1988 alla Olivetti come sviluppatore.

Dal 1994 al 1996 ha lavorato in Borland e per i successivi due anni in Netscape. Dopo ben sei anni in Microsoft, in qualità sempre di sviluppatore, Russi ha proseguito la sua carriera in Sun Microsystem, LiveOps, Placeholder Name.

Nel 2011 è approdato in Google, dove ha lavorato fino al 2013. da Gennaio 2013 lavora in Facebook e ha collaborato all’infrastruttura di Libra.

Fonte: Startmag